Studio Commerciale Tributario Baruffa Caponi s.t.p. s.r.l. - Via Hirsch, 14 - Ferrara
baruffag@studiobaruffacaponi.it
+39 0532 211115

MODELLO REDDITI PERSONE FISICHE E 730

come ogni anno ci avviciniamo al momento in cui predisporre la dichiarazione dei redditi al fine di versare le imposte al fisco.

Al fine di agevolare la predisposizione della dichiarazione dei redditi  si riportano di seguito le novità di quest anno nonchè tutta la documentazione utile da far pervenire al soggetto incaricato di predisporre la dichiarazione.

Il termine per il pagamento del saldo 2017 e primo acconto 2018 è il 2 luglio 2018 (o, al più tardi, il 20 agosto con una maggiorazione dello 0.4%). Il termine per la presentazione del modello redditi PF è il 31 ottobre 2018 mentre quello per la presentazione del 730 è il 23 luglio (resta fermo 7 luglio il 730 presentato dal sostituto d’imposta).

Le principali novità rispetto al modello 2017 sono:

  • Obbligo di apporre visto di conformità in caso di utilizzo in compensazione di crediti di importi superiori ad euro 5.000;
  • L’introduzione della casella “LC” riservata alle locazioni brevi (locazioni di durata inferiore a 30 giorni);
  • La detrazioni prevista per il reddito di pensione non è più differenziata in base all’età (più o meno 75 anni), ma determinata, per tutti, come segue:
REDDITO COMPLESSIVO

(al netto di abitazione principale/pertinenze)

DETRAZIONE PER REDDITO DA PENSIONE
Fino ad euro 8.000,00 Euro 1.880,00 (con un minimo di 713 euro)
Tra 8.000,00 e 15.000,00 *1.279 + (583 x (15.000 – reddito complessivo)/7.000))
Tra 15.000,00 e 55.000,00 *1.279 + (583 x (15.000 – reddito complessivo)/40.000))
Oltre 55.000,00 —————-

* eventualmente rapportato al periodo di erogazione della pensione nell’anno

  • I “premi produttività” possono essere assoggettati a imposta sostitutiva 10% se il reddito da lavoro dipendente dell’anno precedente (2016) non supera gli 80.000 euro e nel limite massimo di 3.000 euro.

Di seguito un elenco dei documenti utili per l’abbattimento di imponibile ed imposta.

  • Certificazione bancaria o quietanze originali degli interessi passivi in dipendenza di prestiti o mutui agrari di ogni specie, pagati nel 2017.
  • Certificazione bancaria o quietanze originali degli interessi passivi in dipendenza di mutui garantiti da ipoteca sugli immobili pagati nell’anno 2017.
  • Documentazione originale delle spese funebri (le fatture rilasciate dai percettori delle somme per le onoranze funebri: es. celebrazione della cerimonia, loculi, bare, fatture AMSEFC con relativa quietanza di pagamento), anche se relative a persone non legate da un vincolo di parentela con il dichiarante.
  • Ricevute rilasciate dai soggetti che prestano assistenza del personale non autosufficiente in relazione agli atti della vita quotidiana (con estremi anagrafici e codice fiscale del familiare in favore di cui è sostenuta la spesa).
  • Documentazione originale delle spese di frequenza corsi di istruzione secondaria o universitaria o di specializzazione universitaria (bollettini e ricevute di versamento delle tasse scolastiche).
  • Documentazione relativa alle spese obbligatorie sostenute per i beni soggetti a
    regime vincolistico ai sensi del D.Lgs 490/99 e del D.P.R. 1409/1963.
  • Attestati rilasciati dalle Compagnie di Assicurazione per premi di assicurazione VITA ed INFORTUNI pagati nel 2017 (si prega di non inviare le polizze assicurative).
  • Modelli F24 di versamento dei contributi INPS pagati dal 1.1.2017 al 31.12.2017.
  • Bollettini di versamento per contributi previdenziali non obbligatori per legge
    effettuati come sopra.
  • Bollettini o ricevute di versamento per erogazioni liberali a favore di O.n.l.u.s ( è stata innnalzata a 30.000 euro l’importo massimo sul quale è possibile fruire della detrazione del 26%) e per calamità, di società e associazioni sportive dilettantistiche, a favore di partiti o movimenti politici (iscritti nella sezione I del Registro di cui all’art. 4, D.L. 149/2013, di società di mutuo soccorso, di associazioni di promozione sociale, a favore della Società di cultura “La Biennale di Venezia”, per attività culturali ed artistiche.
  • Documentazione relativa ai contributi previdenziali e assistenziali versati in base a disposizione di legge (rientrano i contributi volontari, quelli versati al “fondo casalinghe e il premio di assicurazione R.C. autoveicoli).
  • Documentazione relativa ai contributi previdenziali e assistenziali versati in base a disposizione di legge per addetti ai servizi domestici e familiari.
  • Documentazione relativa a contributi ed erogazioni liberali a favore di istituzioni
    religiose.
  • Documentazione relativa a spese mediche generiche e quelle per assistenza
    specifica dei portatori di handicap (scontrini fiscali “parlanti” con la dizione di “farmaco” o “medicinale”,”Otc”, “Sop”, con il codice AIC (autorizzazione di immissione in commercio del medicinale)
  • Documentazione relativa a spese veterinarie per animali legalmente detenuti a scopo di compagnia o per la pratica sportiva (fatture del medico veterinario, scontrini in farmacia in caso di acquisto di medicinali)
  • Documentazione relativa ad assegni periodici corrisposti al ex coniuge separato
    legalmente ed effettivamente nonché la copia della sentenza di separazione (esclusa la quota destinata al mantenimento dei figli).
  • Documentazione relativa ai contributi versati sia alle forme pensionistiche
    complementari che i contributi e premi versati alle forme pensionistiche individuali.
  • Certificazione Unica dei redditi di Lavoro Dipendente o Pensione e assimilati
    (C.U. – ex Mod. 101 o 201 ): N.B: si ricorda che dal 2001 anche ai titolari di
    rapporti di Collaborazione Coordinata e Continuativa, tra cui gli Amministratori di
    Società, viene rilasciata la certificazione unica( vecchio C.U.D).
  • Certificazione dei compensi e delle somme percepite ed assoggettate a ritenuta d’acconto (Mod. RAD per dividendi azionari o su quote sociali, Certificazioni rilasciate da Enti Pubblici per eventuali erogazioni di contributi in e/esercizio ecc.).
  • Assegni periodici (Rendite, Vitalizi, ecc.) corrisposti in forza di testamento o
    donazione modale.
  • Canoni, livelli, censi ed altri oneri gravanti sui redditi degli immobili che concorrono a formare il reddito complessivo compresi i contributi consortili ed esclusi i contributi agricoli unificati.
  • Contributi previdenziali e assistenziali obbligatori versati per gli addetti ai servizi domestici e familiari (colf, baby-sitter, badanti).
  • Documentazione relativa ai fondi integrativi del S.S.N., ai contributi per i paesi in via di sviluppo, alla ricerca su malattie neoplastiche, alle spese sostenute per le procedure di adozione di minori stranieri, indennità per perdita di avviamento, somme restituite al soggetto erogante precedentemente tassate, erogazioni liberali per oneri difensivi per soggetti che fruiscono del gratuito patrocinio.
  • Documentazione relativa alla detrazione per interventi di recupero edilizio sulle abitazioni o sui beni comuni condominiali (copia della comunicazione di Inizio Lavori inviata al Ministero delle Finanze e, laddove prescritta, all’Azienda USL nonché copia delle fatture con relativi pagamenti a mezzo del particolare tipo di bonifico bancario appositamente previsto, certificazione dell’Amministratore del Condominio) nonché la documentazione relativa alla detrazione 50% per le spese sostenute per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici di classe non inferiore all A+, finalizzati all’arredo dell’immobile oggetto di ristrutturazione, e documentazione relativa alla detrazione 55% ( per le spese sostenute dal 2008 al 2012 e dal 1 Gennaio al 5 Giugno 2013), 65%( dal 6 Giugno 2013 al 31 Dicembre 2016) per interventi tesi al risparmio energetico (copia delle fatture dell’impresa che esegue i lavori, asseverazione del tecnico abilitato e ricevuta dell’invio della documentazione all’Enea, con relativi pagamenti a mezzo del particolare tipo di bonifico bancario appositamente previsto).
  • documentazione che attesti le attività finanziarie e quali partecipazioni , quote e strumenti finanziari detenuti all’Estero e patrimoniali quali immobili detenuti all’Estero, diritti reali immobiliari o quote di essi, oggetti preziosi e opere d’arte, le imbarcazioni o le navi da diporto o altri beni mobili detenuti all’estero e/o iscritti nei pubblici registri esteri nonché quelli che pur non essendo iscritti nei predetti registri avrebbero i requisiti per essere iscritti in Italia, sia del soggetto possessore diretto dell’investimento sia del titolare effettivo ( il soggetto che in ultima istanza controlla o possieda l’entità giuridica estera).
  • copia delle spese sostenute per acquistare immobili (o delle spese di costruzione attestate dall’impresa che ha eseguito i lavori) e degli interessi passivi pagati sui mutui contratti per l’acquisto degli immobili se l’immobile o gli immobili sono stati concessi in locazione dal 2016 entro 6 mesi dall’acquisto o ultimazione dei lavori per almeno 8 anni.
  • copia delle spese sostenute per i canoni di affitto dei terreni agricoli da parte di coltivatori diretti o imprenditori agricoli professionali (IAP) di età inferiore a 35 anni e iscritti alla previdenza agricola;
  • copia delle spese ( erogazioni liberali in denaro documentate da bonifico attraverso istituto bancario, postale o carte di credito e prepagate, assegni circolari e bancari) a sostegno della cultura ovverossia spese per interventi di manutenzione e restauro beni culturali pubblici, spese per il sostegno di istituti di appartenenza pubblica (musei, biblioteche), spese per realizzare nuove strutture o restauro e potenziamento di quelle esistenti di istituzioni senza scopo di lucro che svolgono esclusivamente attività nello spettacolo.
  • Copia dei contratti di locazione eventualmente stipulati ai sensi dell’art. 2 comma 3° della Legge 431/98 (quelli, cioè, in cui il canone e le altre clausole sono prefissati in base agli accordi definiti in sede locale); ciò sia nell’interesse dei Sig.ri Clienti inquilini, che possono fruire della detrazione prevista che per i proprietari-locatori, il cui reddito dichiarato derivante dagli affitti può beneficiare di un’ulteriore deduzione del 30% che si aggiunge allo sconto “ordinario” del 15%.
  • Atti di cessione di partecipazione societarie qualificate.

Di seguito si riporta un elenco dei principali oneri detraibili e deducibili per i quali Vi chiediamo di consegnarci la relativa documentazione per poter procedere alla detrazione/deduzione fiscale.

Oneri detraibili

 spese sanitarie (franchigia € 129,11, la detrazione del 19% spetta solo per l’importo che eccede la franchigia)

 spese per i mezzi necessari per l’accompagnamento, la deambulazione, la locomozione, il sollevamento e i sussidi tecnici informatici dei disabili

 spese per l’acquisto e la riparazione di veicoli per disabili

 spese per l’acquisto di cani guida

 premi per assicurazioni sulla vita e contro gli infortuni, anche se versati all’Estero o a Compagnie Estere, derivanti da contratti stipulati o rinnovati sino al 31 dicembre 2000

 premi per assicurazioni sul rischio morte, invalidità permanente superiore al 5%, non autosufficienza nel compimento degli atti quotidiani, derivanti da contratti stipulati o rinnovati dal 1 gennaio 2001

 spese per l’istruzione secondaria e universitaria

 spese per attività sportive praticate da ragazzi

 spese per canoni di locazione sostenute da studenti universitari fuori sede

 per le spese sanitarie sostenute nell’interesse dei familiari non a carico, affetti da patologie che danno diritto all’esenzione dalla partecipazione alla spesa sanitaria pubblica, per la parte di detrazione che non trova capienza nell’imposta da questi ultimi dovuta,

 per le spese sostenute per gli addetti all’assistenza personale nell’interesse del contribuente o di altri familiari non autosufficienti (beneficio massimo € 399: 19% su limite detraibilità € 2.100,00)).

 per i contributi versati per il riscatto del corso di laurea del soggetto fiscalmente a carico, il quale non ha iniziato ancora l’attività lavorativa e non è iscritto ad alcuna forma obbligatoria di previdenza

 per le spese sostenute dai genitori per la frequenza di asili nido da parte dei figli

 spese sanitarie sostenute dal contribuente affetto da patologie che danno diritto all’esenzione dalla partecipazione alla spesa sanitaria pubblica

 Contributi versati per gli addetti ai servizi domestici e all’assistenza personale o familiare ( colf, baby sitter, autisti, giardinieri) limite deducibilità € 1.549,37

 interessi per mutui ipotecari per l’acquisto dell’abitazione principale;

 interessi per mutui ipotecari per acquisto di altri immobili;

 interessi per mutui contratti nel 1997 per recupero edilizio;

 interessi per mutui ipotecari per la costruzione dell’abitazione principale;

 interessi per prestiti o mutui agrari;

 spese funebri;

 spese per intermediazione immobiliare;

 erogazioni liberali ai partiti politici;

 erogazioni liberali alle ONLUS ( limite massimo 30.000 euro);

 erogazioni liberali alle società ed associazioni sportive dilettantistiche;

 erogazioni liberali alle società di mutuo soccorso;

 erogazioni liberali a favore delle associazioni di promozione sociale;

 erogazioni liberali a favore della società di cultura “La Biennale di Venezia”

 spese relative a beni soggetti a regime vincolistico;

 erogazioni liberali per attività culturali ed artistiche

 erogazioni liberali a favore di enti operanti nello spettacolo;

 erogazioni liberali a favore di fondazioni operanti nel settore musicale;

 spese veterinarie;

 spese sostenute per servizi di interpretariato dai soggetti riconosciuti sordi

 erogazioni liberali a favore degli istituti scolastici di ogni ordine e grado

 altre spese detraibili.

 Detrazioni per spese di restauro, ripristino, riqualificazione energetica e bonus mobili

 spese sostenute per la ristrutturazione di immobili;

 spese per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio e boschivo;

 spese per l’acquisto o l’assegnazione di immobili facenti parte di edifici ristrutturati

 spese per l’adozione di misure antisismiche su edifici ricadenti nelle zone sismiche ad alta pericolosità, riferite a costruzioni adibite ad abitazione principale o ad attività produttive

 spese per l’arredo di immobili ristrutturati (detraz. 50% su una spesa massima di 10.000 euro)

 spese pe l’acquisto di grandi elettrodomestici rientranti nella categoria A+

 spese per interventi di riqualificazione energetica di edifici esistenti

 spese per interventi sull’involucro degli edifici esistenti;

 spese per l’installazione di pannelli solari

 spese per la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale a biomasse

 acquisto e posa in opera  di schermature solari ex art. 14 comma 2 D.L. n° 63/2013

 Detrazioni per canoni di locazione

 detrazione per gli inquilini di alloggi adibiti ad abitazione principale ;

 detrazione per gli inquilini di alloggi adibiti ad abitazione principale locati con contratti in regime convenzionale

 detrazione per i giovani di età compresa tra i 20 e i 30 anni che stipulano un contratto di locazione per l’abitazione principale

 detrazione per i lavoratori dipendenti che trasferiscono la propria residenza per motivi di lavoro

Altre detrazioni:

 detrazioni per investimenti in start up

 detrazione per le spese di mantenimento dei cani guida;

 detrazione per le spese di acquisto mobili, elettrodomestici, TV, computer (anno 2009);

 altre detrazioni

Oneri Deducibili

  1. a) Spese sostenute dal contribuente nell’interesse proprio o dei familiari fiscalmente a carico

 contributi previdenziali e assistenziali

 contributi per i fondi integrativi del servizio sanitario nazionale

 contributi per forme pensionistiche complementari e individuali

Sono inoltre deducibili le spese mediche e di assistenza specifica per i disabili sostenute anche nell’interesse dei familiari anche se non a carico fiscalmente

 b) Spese sostenute dal contribuente nel proprio interesse:

 assegni periodici corrisposti al coniuge

 contributi previdenziali e assistenziali versati per gli addetti ai servizi domestici e familiari

 erogazioni liberali a favore di istituzioni religiose;

 erogazioni liberali a favore delle organizzazioni non governative;

 erogazioni liberali a favore di organizzazioni non lucrative di utilità sociale, di associazioni di promozione sociale e di alcune fondazioni e associazioni riconosciute;

 erogazioni liberali a favore di università, enti di ricerca ed enti parco

 rendite, vitalizi, assegni alimentari ed altri oneri

Leave a Reply