Studio Commerciale Tributario Baruffa Caponi s.t.p. s.r.l. - Via Hirsch, 14 - Ferrara
baruffag@studiobaruffacaponi.it
+39 0532 211115

LE NUOVE SCADENZE DEI VERSAMENTI PREVISTI DAL DECRETO RISTORI – QUATER”

PROROGA ACCONTI IN SCADENZA IL 30/11/2020

È confermata la proroga del versamento della seconda / unica rata dell’acconto 2020 delle imposte dirette / IRAP, anticipata dal MEF con il Comunicato stampa 27.11.2020. In particolare è stabilita:

  • la proroga al 10.12.2020 a favore di tutti gli “operatori economici“;
  • la proroga al 30.4.2021 a favore:
    • delle imprese / lavoratori autonomi no ISA con ricavi / compensi 2019 non superiori a € 50 milioni e riduzione del fatturato / corrispettivi di almeno il 33% del primo semestre 2020 rispetto a quello del 2019, operanti su tutto il territorio nazionale (a prescindere, quindi, dalla colorazione della propria Regione / Provincia autonoma);
    • delle imprese / lavoratori autonomi no ISA, a prescindere dai ricavi / compensi 2019 e dalla riduzione del fatturato / corrispettivi 2020, che operano nei settori di cui alla Tabella 1DL n. 137/2020, c.d. “Decreto Ristori” e Tabella 2DL n. 149/2020, c.d. “Decreto Ristori-bis” delle zone “rosse” / nonché ai ristoranti delle zone “arancio”.

Resta confermata la proroga al 30.4.2021 del versamento della seconda / unica rata dell’acconto 2020, già disposta dal DL n. 104/2020, c.d. “Decreto Agosto”, a favore dei soggetti ISA con riduzione del 33% del fatturato del primo semestre 2020 rispetto a quello del 2019 e, a prescindere dalla riduzione di fatturato, qualora operanti nei settori delle predette Tabelle 1 e 2 delle zone “rosse” nonché ai ristoranti delle zone “arancio”.

SOSPENSIONE VERSAMENTI TRIBUTARI / CONTRIBUTIVI

La sospensione interessa i versamenti dei termini scadenti nel mese di dicembre relativi a:

  • ritenute alla fonte su redditi di lavoro dipendente / assimilati ex artt. 23 e 24, DPR n. 600/73 e dell’addizionale regionale / comunale IRPEF, operate in qualità di sostituto d’imposta;
  • IVA. La sospensione riguarda:
    • l’IVA dovuta per il mese di novembre da parte dei soggetti mensili, in scadenza il 16.12;
    • l’acconto IVA 2020 in scadenza il 28.12;
  • contributi previdenziali ed assistenziali, compresi quelli dovuti alla Gestione separata INPS.

I versamenti oggetto di sospensione dovranno essere effettuati, senza sanzioni ed interessi:

  • in unica soluzione entro il 16.3.2021;

ovvero

  • in forma rateizzata, fino ad un massimo di 3 rate mensili di pari importo. La prima rata scade il 16.3.2021.

SOGGETTI BENEFICIARI

Possono beneficiare della sospensione in esame i seguenti soggetti:

  • imprese / lavoratori autonomi aventi domicilio fiscale / sede legale o operativa su tutto il territorio nazionale (a prescindere, quindi, dalla colorazione della propria Regione / Provincia autonoma), con ricavi / compensi 2019 non superiori a € 50 milioni, che hanno subito una riduzione del fatturato / corrispettivi nel mese di novembre 2020 di almeno il 33% rispetto a quello dello stesso mese del 2019.
  • esercenti attività sospese ai sensi dell’art. 1, DPCM 3.11.2020 (ad esempio, palestre, piscine, centri benessere, sale giochi / scommesse / bingo, sale teatrali / cinematografiche, sale da ballo / discoteche) aventi domicilio / sede legale o operativa in qualsiasi area del territorio nazionale (a prescindere, quindi, dalla colorazione della propria Regione / Provincia autonoma), indipendentemente dai ricavi / compensi 2019 e dalla riduzione del fatturato / corrispettivi;
  • esercenti attività dei servizi di ristorazione aventi domicilio / sede legale o operativa nelle aree caratterizzate da elevata / massima gravità (“3” – “4”) e da un livello di rischio alto individuate alla data del 26.11.2020 con le Ordinanze del Ministero della Salute adottate ex artt. 2 e 3, DPCM 3.11.2020 e 30, DL n. 149/2020 (zone “arancio” / zone “rosse“), indipendentemente dai ricavi / compensi 2019 e dalla riduzione del fatturato / corrispettivi;
  • operanti nei settori economici individuati nella Tabella 2, DL n. 149/2020, c.d. “Decreto Ristori-bis”, nonché esercenti attività alberghiera / agenzia di viaggi / tour operator, con domicilio / sede legale o operativa nelle aree caratterizzate da uno scenario di massima gravità (“4”) e da un livello di rischio alto, individuate alla data del 26.11.2020 con le Ordinanze del Ministero della Salute adottate ex artt. 3, DPCM 3.11.2020 e 30, DL n. 149/2020 (zone “rosse“), indipendentemente dai ricavi / compensi 2019 e dalla riduzione del fatturato / corrispettivi

(*) la colorazione delle Regioni / Province autonome è individuata alla data del 26.11.2020

TABELLA 1
Codice attivitàDescrizione
93.29.10Discoteche, sale da ballo night-club e simili
49.39.01Gestioni di funicolari, ski-lift e seggiovie se non facenti parte dei sistemi di transito urbano o sub-urbano
56.10.11Ristorazione con somministrazione
56.10.12Attività di ristorazione connesse alle aziende agricole
56.10.42Ristorazione ambulante
56.10.50Ristorazione su treni e navi
56.21.00Catering per eventi, banqueting
59.13.00Attività di distribuzione cinematografica, di video e di programmi televisivi
59.14.00Attività di proiezione cinematografica
74.90.94Agenzie ed agenti o procuratori per lo spettacolo e lo sport
77.39.94Noleggio di strutture ed attrezzature per manifestazioni e spettacoli: impianti luce ed audio senza operatore, palchi, stand ed addobbi luminosi
79.90.11Servizi di biglietteria per eventi teatrali, sportivi ed altri eventi ricreativi e d’intrattenimento
79.90.19Altri servizi di prenotazione / attività di assistenza turistica non svolte da agenzie di viaggio nca
79.90.20Attività delle guide e degli accompagnatori turistici
82.30.00Organizzazione di convegni e fiere
85.51.00Corsi sportivi e ricreativi
85.52.09Altra formazione culturale
90.01.01Attività nel campo della recitazione
90.01.09Altre rappresentazioni artistiche
90.02.01Noleggio con operatore di strutture ed attrezzature per manifestazioni e spettacoli
90.02.09Altre attività di supporto alle rappresentazioni artistiche
90.03.09Altre creazioni artistiche e letterarie
90.04.00Gestione di teatri, sale da concerto e altre strutture artistiche
91.01.00Attività di bibioteche e archivi
91.02.00Attività di musei
91.03.00Gestione di luoghi e monumenti storici a attrazioni simili
91.04.00Attività degli orti botanici, dei giardini zoologici e delle riserve naturali
92.00.09Altre attività connesse con le lotterie e le scommesse (comprende le sale bingo)
93.11.10Gestione di stadi
93.11.20Gestione di piscine
93.11.30Gestione di impianti sportivi polivalenti
93.11.90Gestione di altri impianti sportivi nca
93.12.00Attività di club sportivi
93.13.00Gestione di palestre
93.19.10Enti e organizzazioni sportive, promozione di eventi sportivi
93.19.92Attività delle guide alpine
93.19.99Altre attività sportive nca
93.21.00Parchi di divertimento e parchi tematici
93.29.30Sale giochi e biliardi
93.29.90Altre attività di intrattenimento e divertimento nca
94.99.20Attività di organizzazioni che perseguono fini culturali, ricreativi e la coltivazione di hobby
94.99.90Attività di altre organizzazioni associative nca
96.04.10Servizi di centri per il benessere fisico (esclusi gli stabilimenti termali)
96.04.20Stabilimenti termali
96.09.05Organizzazione di feste e cerimonie
55.10.00Alberghi
55.20.10Villaggi turistici
55.20.20Ostelli della gioventù
55.20.30Rifugi di montagna
55.20.40Colonie marine e montane
55.20.51Affittacamere per brevi soggiorni, case ed appartamenti per vacanze, B&B, residence
55.20.52Attività di alloggio connesse alle aziende agricole
55.30.00Aree di campeggio e aree attrezzate per camper e roulotte
55.90.20Alloggi per studenti e lavoratori con servizi accessori di tipo alberghiero
56.10.30Gelaterie e pasticcerie
56.10.41Gelaterie e pasticcerie ambulanti
56.30.00Bar e altri esercizi simili senza cucina
20.51.02Fabbricazione di articoli esplosivi
47.78.35Commercio al dettaglio di bomboniere
49.32.10Trasporto con taxi
49.32.20Trasporto mediante noleggio di autovetture da rimesse con conducente
49.39.09Altre attività di trasporti terrestri di passeggeri nca
50.30.00Trasporto di passeggeri per vie d’acqua interne (inclusi i trasporti lagunari)
52.21.30Gestione di stazioni per autobus
52.21.90Altre attività connesse ai trasporti terrestri NCA
74.20.11Attività di fotoreporter
74.20.19Altre attività di riprese fotografiche
74.30.00Traduzione e interpretariato
85.52.01Corsi di danza
92.00.02Gestione di apparecchi che consentono vincite in denaro a moneta o a gettone
96.01.10Attività delle lavanderie industriali
56.10.20Ristorazione senza somministrazione con preparazione di cibi da asporto
61.90.20Posto telefonico pubblico ed Internet Point
TABELLA 2
Codice attivitàDescrizione
47.19.10Grandi magazzini
47.19.90Empori ed altri negozi non specializzati di vari prodotti non alimentari
47.51.10Commercio al dettaglio di tessuti per l’abbigliamento, l’arredamento e di biancheria per la casa
47.51.20Commercio al dettaglio di filati per maglieria e merceria
47.53.11Commercio al dettaglio di tende e tendine
47.53.12Commercio al dettaglio di tappeti
47.53.20Commercio al dettaglio di carta da parati e rivestimenti per pavimenti (moquette e linoleum)
47.54.00Commercio al dettaglio di elettrodomestici in esercizi specializzati
47.64.20Commercio al dettaglio di natanti e accessori
47.78.34Commercio al dettaglio di articoli da regalo e per fumatori
47.59.10Commercio al dettaglio di mobili per la casa
47.59.20Commercio al dettaglio di utensili per la casa, di cristallerie e vasellame
47.59.40Commercio al dettaglio di macchine per cucire e per maglieria per uso domestico
47.59.60Commercio al dettaglio di strumenti musicali e spartiti
47.59.91Commercio al dettaglio di articoli in legno, sughero, vimini e articoli in plastica per uso domestico
47.59.99Commercio al dettaglio di altri articoli per uso domestico nca
47.63.00Commercio al dettaglio di registrazioni musicali e video in esercizi specializzati
47.71.10Commercio al dettaglio di confezioni per adulti
47.71.40Commercio al dettaglio di pellicce e di abbigliamento in pelle
47.71.50Commercio al dettaglio di cappelli, ombrelli, guanti e cravatte
47.72.20Commercio al dettaglio di articoli di pelletteria e da viaggio
47.77.00Commercio al dettaglio di orologi, articoli di gioielleria e argenteria
47.78.10Commercio al dettaglio di mobili per ufficio
47.78.31Commercio al dettaglio di oggetti d’arte (incluse le gallerie d’arte)
47.78.32Commercio al dettaglio di oggetti d’artigianato
47.78.33Commercio al dettaglio di arredi sacri ed articoli religiosi
47.78.35Commercio al dettaglio di bomboniere
47.78.36Commercio al dettaglio di chincaglieria e bigiotteria (inclusi gli oggetti ricordo e gli articoli di promozione pubblicitaria)
47.78.37Commercio al dettaglio di articoli per le belle arti
47.78.50Commercio al dettaglio di armi e munizioni, articoli militari
47.78.91Commercio al dettaglio di filatelia, numismatica e articoli da collezionismo
47.78.92Commercio al dettaglio di spaghi, cordami, tele e sacchi di juta e prodotti per l’imballaggio (esclusi quelli in carta e cartone)
47.78.94Commercio al dettaglio di articoli per adulti (sexy shop)
47.78.99Commercio al dettaglio di altri prodotti non alimentari nca
47.79.10Commercio al dettaglio di libri di seconda mano
47.79.20Commercio al dettaglio di mobili usati e oggetti di antiquariato
47.79.30Commercio al dettaglio di indumenti e altri oggetti usati
47.79.40Case d’asta al dettaglio (escluse aste via internet)
47.81.01Commercio al dettaglio ambulante di prodotti ortofrutticoli
47.81.02Commercio al dettaglio ambulante di prodotti ittici
47.81.03Commercio al dettaglio ambulante di carne
47.81.09Commercio al dettaglio ambulante di altri prodotti alimentari e bevande nca
47.82.01Commercio al dettaglio ambulante di tessuti, articoli tessili per la casa, articoli di abbigliamento
47.82.02Commercio al dettaglio ambulante di calzature e pelletterie
47.89.01Commercio al dettaglio ambulante di fiori, piante, bulbi, semi e fertilizzanti
47.89.02Commercio al dettaglio ambulante di macchine, attrezzature e prodotti per l’agricoltura; attrezzature per il giardinaggio
47.89.03Commercio al dettaglio ambulante di profumi e cosmetici; saponi, detersivi ed altri detergenti per qualsiasi uso
47.89.04Commercio al dettaglio ambulante di chincaglieria e bigiotteria
47.89.05Commercio al dettaglio ambulante di arredamenti per giardino; mobili; tappeti e stuoie; articoli casalinghi; elettrodomestici; materiale elettrico
47.89.09Commercio al dettaglio ambulante di altri prodotti nca
47.99.10Commercio al dettaglio di prodotti vari, mediante l’intervento di un dimostratore o di un incaricato alla vendita (porta a porta)
96.02.02Servizi degli istituti di bellezza
96.02.03Servizi di manicure e pedicure
96.09.02Attività di tatuaggio e piercing
96.09.03Agenzie matrimoniali e d’incontro
96.09.04Servizi di cura degli animali da compagnia (esclusi i servizi veterinari)
96.09.09Altre attività di servizi per la persona nca

PROROGA VERSAMENTI ROTTAMAZIONE TER

A seguito della riscrittura del comma 3 art. 68 DL n. 18/2020 ad opera dell’art. 154, DL n. 34/2020, c.d. “Decreto Rilancio”, il mancato / insufficiente / tardivo versamento, alle relative scadenze, delle rate dovute nel 2020 non determina l’inefficacia della definizione a condizione che il versamento integrale di tali rate sia effettuato entro il 10.12.2020.

Ora l’art. 4 del Decreto in esame proroga tale ultimo termine all’1.3.2021. Di fatto, entro tale data può essere effettuato il versamento di tutte le rate dei predetti istituti agevolativi in scadenza nel 2020.

RottamazioneRataScadenza originariaScadenza prorogata
somme dovute dai soggetti che hanno aderito alla definizione agevolata dei ruoli ex DL n. 148/2017, e hanno effettuato l’integrale pagamento, entro il 7.12.2018, delle somme in scadenza nei mesi di luglio / settembre / ottobre 2018, automaticamente ammessi alla “rottamazione-ter”
31.7.2020
30.11.2020
1.3.2021
somme dovute dai soggetti che hanno aderito alla definizione agevolata dei ruoli affidati all’Agente della Riscossione nel periodo 2000 – 2017, c.d. “rottamazione-ter”, presentando l’istanza di adesione (mod. DA-2018) entro il 30.4.2019; somme dovute dai soggetti che hanno aderito alla definizione agevolata dei ruoli ex DL n. 148/2017, e non hanno effettuato l’integrale pagamento, entro il 7.12.2018, delle somme in scadenza nei mesi di luglio / settembre / ottobre 2018, come previsto dal DL n. 34/2019 e hanno presentato il mod. DA-2018 entro il 30.4.2019; somme dovute, a titolo di risorse proprie tradizionali UE e dell’IVA all’importazione, dai soggetti che hanno aderito alla definizione agevolata dei ruoli affidati all’Agente della Riscossione nel periodo 2000 – 2017, c.d. “rottamazione-ter”, presentando l’istanza di adesione (mod. DA-2018-D) entro il 30.4.2019.


1.6.2020(*)
1.6.2020
31.7.2020
30.11.2020
1.3.2021
somme dovute dai soggetti che hanno aderito alla definizione agevolata dei ruoli affidati all’Agente della Riscossione nel periodo 2000 – 2017, c.d. “rottamazione-ter”, presentando l’istanza di adesione (mod. DA-2018-R) entro il 31.7.2019; somme dovute dai soggetti che hanno aderito alla definizione agevolata dei ruoli ex DL n. 148/2017, e non hanno effettuato l’integrale pagamento, entro il 7.12.2018, delle somme in scadenza nei mesi di luglio / settembre / ottobre 2018, come previsto dal DL n. 34/2019 e hanno presentato il mod. DA-2018-R entro il 31.7.2019.


1.6.2020(*)
1.6.2020
31.7.2020
30.11.2020
1.3.2021

(*) il termine originario del 28.2.2020 è stato prorogato all’1.6.2020 dal DL n. 18/2020

Saldo e stralcioRataScadenza originariaScadenza prorogata
Somme dovute dai soggetti che hanno aderito al c.d. “saldo e stralcio” dei debiti risultati da carichi affidati all’Agente della Riscossione nel periodo 2000 – 2017 che: hanno presentato il mod. SA-ST entro il 30.4.2019; hanno presentato il mod. SA-ST-R entro il 31.7.2019 usufruendo della proroga disposta dal DL n. 34/2019.
1.6.2020(*)
31.7.2020
1.3.2021

(*) il termine originario del 31.3.2020 è stato prorogato all’1.6.2020 dal DL n. 18/2020

Il pagamento entro l’1.3.2021 non comporta:

  • la corresponsione di interessi;
  • la perdita dei benefici della definizione agevolata.

PROROGA VERSAMENTO PREU

L’art. 5 del Decreto in esame prevede che il versamento del saldo PREU relativo:

e del canone concessorio del quinto bimestre 2020 (settembre-ottobre) va effettuato il 18.12.2020 in misura pari al 20% del dovuto in base alla raccolta di gioco dello stesso bimestre.

Il restante 80% può essere versato in rate mensili di pari importo con applicazione degli interessi legali calcolati giorno per giorno. In particolare:

  • la prima rata va versata entro il 22.1.2021;
  • le successive rate entro l’ultimo giorno di ciascun mese successivo (l’ultima rata va versata entro il 30.6.2021).

REVISIONE DELLA DISCIPLINA DELLE DILAZIONI DI PAGAMENTO

Con la modifica del comma 1-quater dell’art. 19, DPR n. 602/73 ad opera dell’art. 7 del Decreto in esame, è previsto che a seguito della presentazione all’Agente della riscossione della domanda di rateazione da parte del contribuente che versa in temporanea situazione di obiettiva difficoltà e fino alla data dell’eventuale rigetto della stessa / decadenza dalla dilazione:

  • sono sospesi i termini di prescrizione e decadenza;
  • non possono essere iscritti nuovi fermi amministrativi / ipoteche, fatti salvi quelli già iscritti alla data di presentazione;
  • non possono essere avviate nuove procedure esecutive.

Inoltre con l’aggiunta:

  • del comma 1-quater 1 è previsto che non può essere concessa la dilazione delle somme oggetto di verifica effettuata ex art. 48-bis, DPR n. 602/73 (verifica da parte delle Amministrazioni pubbliche, prima di effettuare un pagamento di un importo superiore a € 5.000, se il beneficiario è inadempiente all’obbligo di versamento derivante dalla notifica di una o più cartelle di pagamento) se antecedente al provvedimento di accoglimento della dilazione;
  • del comma 1-quater 2 è previsto che il pagamento della prima rata del piano di dilazione determina l’estinzione delle procedure esecutive precedentemente avviate, purché non sia ancora intervenuto l’incanto con esito positivo / non sia stata presentata istanza di assegnazione / il terzo non abbia reso dichiarazione positiva o non sia stato già emesso provvedimento di assegnazione dei crediti pignorati.

Relativamente alle richieste di rateazione presentate nel periodo 30.11.2020 – 31.12.2021:

  • è elevato a € 100.000 (in luogo di € 60.000) il limite al cui mancato superamento il contribuente non è tenuto a documentare la temporanea situazione di obiettiva difficoltà al fine di poter ottenere la dilazione;
  • con riferimento ai provvedimenti di accoglimento emessi, gli effetti di cui al comma 3, lett. a), b) e c) del citato art. 19 (decadenza automatica dalla rateazione; riscossione in unica soluzione dell’intero importo iscritto a ruolo ancora dovuto; possibilità di nuova rateazione del carico se, all’atto della presentazione della richiesta, le rate scadute alla stessa data sono integralmente saldate) si determinano in caso di mancato pagamentonel periodo di rateazionedi 10 rate anche non consecutive.

È inoltre previsto che i carichi contenuti nei piani di dilazione per i quali, anteriormente alla data di inizio della sospensione di cui all’art. 68, commi 1 e 2-bis, DL n. 18/2020 (8.3.2020 / 21.2.2020 per i soggetti con domicilio fiscale / sede legale o operativa alla stessa data nei Comuni individuati nell’Allegato 1, DPCM 1.3.2020, ossia nella c.d. “zona rossa” di prima istituzione), è intervenuta la decadenza dal beneficio, possono essere nuovamente oggetto di dilazione presentando l’apposita domanda entro il 31.12.2021 senza obbligo di versare le rate scadute alla data della relativa presentazione.

Infine, con la modifica del comma 3-bis del citato art. 68, è riconosciuta la possibilità di accordare le dilazioni relativamente ai debiti per i quali, al 31.12.2019,si è determinata l’inefficacia delle definizioni di cui agli artt. 6, DL n. 193/2016 e 1, commi da 4 a 10-quater, DL n. 148/2017 (definizione agevolata delle somme iscritte nei carichi affidati all’Agente della riscossione dal 2000 al 2016 e dall’1.1 al 30.9.2017 – “rottamazione” e “rottamazione-bis“).

Leave a Reply